L'importanza delle buone maniere per i bimbi con ADHD: esercitarsi ad essere cortesi

Visite: 1447

Le buone maniere riguardano “l'attesa”, la sospensione dei bisogni immediati e la consapevolezza delle altre persone e delle loro necessità. 

Tutti compiti difficili per bambini ed adulti con AHD. Difficili, ma non impossibile, se si seguono alcuni suggerimenti.

Non c'è da stupirsi che i nostri bambini con ADHD abbiamo così tante difficolta nell’adottare  le buone maniere

Come sapete, il sintomo caratteristico del disturbo da deficit di attenzione (ADHD o ADD) è una scarsissima capacità di autocontrollo - quella capacità di fermarsi e non rispondere a stimoli esterni o pensieri interni nel momento.

Un bambino con ADHD spesso sa che non dovrebbe interrompere una persona mentre parla, non dovrebbe entrare in un locale senza tenere la porta per la persona che entra dopo di lui.

La sfida, naturalmente, è attingere a questa consapevolezza sociale centinaia di volte al giorno in centinaia di situazioni diverse.
Come Russell Barkley, Phd. Dice: "L'ADHD è un disturbo che non consiste nel sapere cosa fare. Ma nel non saper fare nel fare ciò che sai. "

Le cattive maniere spesso affliggono i bambini con ADHD creando non pochi problemi a scuola.
In molti casi non vengono espulsi per comportamenti gravemente delinquenziali.
Educatori ed insegnanti sono, piuttosto, logorati nel tempo da una moltitudine di comportamenti asociali:

  • Interruzione continua
  • Calpestare le dita dei piedi, letteralmente e figurativamente
  • Afferrare cose che non sono le loro
  • Gridare la risposta senza alzare una mano

I bambini, con e senza ADHD, sono giudicati per come si presentano al mondo - e questo può influenzare le loro prestazioni socialmente e accademicamente.

Di seguito sono riportati quattro passaggi che ogni genitore può intraprendere per iniziare a sviluppare e migliore le buone maniere:


1. Tenere a mente che il cervello è in fase di sviluppo
L'autoregolazione è in parte una funzione dello sviluppo e della maturazione del cervello.
I bambini con ADHD sono spesso in ritardo rispetto ai loro coetanei in via di sviluppo.Man mano che i bambini crescono, acquisiranno naturalmente più autoregolamentazione e, di conseguenza, i genitori dovranno intervenire meno

2. Utilizzo dei Farmaci
I farmaci possono aiutare a ridurre i sintomi, come l'impulsività, che compromettono l'autoregolazione.
Quando i sintomi sono sotto controllo, è spesso più facile per i bambini fermarsi e accedere ai modi che hanno immagazzinato, ma spesso non sono in grado di utilizzare al momento.

3. Regola le tue aspettative
I genitori di bambini con ADHD dovrebbero resistere alla tentazione di pensare: "Ha 10 anni; dovrebbe essere in grado di badare ai suoi modi. "
Se tuo figlio fosse basso, non diresti "Bene, ora che ha 10 anni, dovrebbe essere in grado di raggiungere il secondo scaffale".

Prima di aiutare il tuo bambino ad imparare e ad usare le buone maniere, devi prima analizzare le tue aspettative.
Significa capire cosa può fare tuo figlio in modo affidabile e coerente.

Se il bambino non riesce a ricordare un particolare comportamento desiderato, allora chiaramente il metodo è sbagliato e dobbiamo trovare un altro modo per affrontare la situazione.

È un cambiamento di prospettiva dal "Ti ho detto di non farlo" a "Hai fatto un errore. Facciamo un piano per risolverlo. “
Non vogliamo fare in modo che i bambini con ADHD abbiano l'impressione che il successo sia così difficile da renderlo irrealizzabile, perché questo crea nei ragazzi un senso di isolamento ed abbandono.

4. Insegna al bambino a fare una pausa
Se il bambino dimentica le sue buone maniere e interrompe o afferra o strappa, insegnali a fermarsi, così da dare al suo cervello un secondo per connettersi.
Ad esempio, fai il segno del time-out con le tue mani e guarda il tuo bambino. Questo dà ai bambini l'opportunità di realizzare il loro errore e correggere quello che hanno fatto di sbagliato la prima volta.

Esercitati e pratica l’autoregolamentazione con tuo foglio, fare questo tipo di esercizi può aiutare i bambini ad adottare questi comportamenti  anche fuori casa con gli amici e a scuola.

Fonte: www.additudemag.com/teaching-manners-practice-politeness/