Adhd Deficit di Attenzione ed Iperattività: Terapia Farmacologica

Visite: 383

La terapia farmacologica è prevista solo a seguito di una rigorosa valutazione medica e neuropsichiatrica che fa riferimento alla severità dei sintomi, al consenso dei genitori e del bambino e laddove i precedenti interventi non hanno avuto un buon esito.

 Vi sono pareri discordanti sull’utilizzo del farmaco nei bambini e adolescenti ADHD soprattutto per quanto riguarda il timore di un uso improprio da parte degli stessi o di un eccesso di prescrizioni da parte dei medici.

I farmaci utilizzati maggiormente nel trattamento dei del disturbo sono gli psicostimolanti capaci di agire sulle proteine

trasportatore: il più utilizzato è il metilfenidato. Agendo sulla quantità di alcuni neurotrasmettitori (dopamina e noradrenalina), il metilfenidato permette di controllare l’iperattività e l’inattenzione manifestando la sua efficacia clinica dopo circa un’ora dalla somministrazione orale; la sua attività terapeutica dura circa quattro ore e perciò viene somministrato 2-3 volte al giorno. Viene somministrato nei bambini ADHD ma anche negli adolescenti e negli adulti.


“Durante la somministrazione del farmaco risultano migliorate le risposte ai test di attenzione (diminuiscono, a seconda delle dosi, sia gli errori di omissione che di commissione/impulsività), di vigilanza, di apprendimento visivo e verbale e verbale; di memori a breve termine.

I bambini con ADHD che assumono questi farmaci sono non solo meno impulsivi, irrequieti e distraibili, ma anche maggiormente capaci di tenere a mente informazioni importanti, di interiorizzare meglio il discorso autodiretto, di avere un maggiore autocontrollo e migliori risultati a scuola:


Tra gli effetti collaterali più diffusi abbiamo la diminuzione di appetito, l’insonnia e il mal di stomaco; questi sono facilmente controllabili con semplici accorgimenti: evitando le somministrazioni serali, somministrando il farmaco dopo i pasti e sospendendo la somministrazione per almeno un mese all’anno (possibilmente durante le vacanze estive).

Dott. Andrea Atzeni SOS ADHD Cagliari