ADHD: Iperattività e Inattenzione non sono la causa principale del cattivo rendimento Scolastico

ADHD Scuola

Le difficoltà nella comprensione delle informazioni e nella loro elaborazione sarebbero la causa principale del rendimento scolastico e non i problemi comportamentali.

Iperattività e inattenzione non sarebbero così i fattori responsabili dei rendimenti scolastici nei bambini con ADHD secondo quanto riportato da un recente studio pubblicato dal Journal of Abnormal Child Psychology.

I ricercatori hanno analizzato le relazioni tra memoria di lavoro e sintomi comportamentali dell’ADHD da un lato, e rendimento scolastico, comportamento in classe dall’altro su un campione di 160 bambini di 8 anni.

Tra gli strumenti dell’indagine: appositi questionari somministrati a genitori e insegnanti, valutazione degli insegnanti sul rendimento scolastico e del comportamento in classe, valutazione sul funzionamento generale attuata da un gruppo di clinici in base a quanto emerso in un colloquio con insegnanti e genitori.

I risultati della ricerca hanno mostrato che il livello di memoria di lavoro influenza in modo significativo il rendimento scolastico, mentre, inattenzione e iperattività influenzano il comportamento in classe e la relativa valutazione.

La ricerca riportata contribuisce a spiegare perché alcuni interventi basati sull’incremento delle capacità di memoria di lavoro in bambini con ADHD abbiano avuto un’efficacia limitata, e soprattutto perché non determinino miglioramenti sul piano comportamentale.

Pertanto lo studio ha mostrato che le difficoltà scolastiche dipendono da difficoltà cognitive e non dalla gravità dei sintomi comportamentali come iperattività e inattenzione.