ADHD non trattato: Abbandono scolastico ed uso di sostanze tra le conseguenze

Lo scorso 19 febbraio 2018 si è un tenuto a Polignano a Mare un incontro sul disturbo ADHD promosso dall’ AIFA Puglia (Associazione Italiana famiglie ADHD-disturbo da deficit di attenzione e iperattività),al fine di formare i partecipanti rispetto alle corrette modalità di trattamento.

 In collaborazione con l’Istituto di Istruzione Secondaria di Primo Grado Sarnelli De Donato, l'incontro formativo era orientato ai temi riguardanti le caratteristiche neuro-psico-comportamentali del bambino con ADHD e la gestione multimodale di bambini e adolescenti con questo problema, oltre alle normative e alle strategie didattiche necessarie in tali casi.

L’AIFA, da tempo impegnata sul territorio regionale pugliese, ha ritenuto promuovere tale attività formativa con l’intento di mitigare le conseguenze di alcuni dati riscontrati sul territorio della Regione Puglia: secondo i parametri minimi delle stime di prevalenza internazionali, in essa vi sarebbero circa 15.700 minori in età scolare con ADHD dei quali circa 5.200 in forma grave.

Il disturbo può assumere nei singoli diverse traiettorie evolutive, sia a seconda di eventuali altri disturbi associati, sia principalmente per l’adeguatezza/inadeguatezza della presa in carico terapeutica.

Tra le conseguenze più diffuse dell’ADHD non trattato, vanno ricordati:

  • Abbandono degli studi
  • Perdita del lavoro
  • Separazioni familiari
  • Frequenti incidenti e il ritiro della patente
  • Trascurare la propria salute
  • Uso di sostanze
  • Commettere reati