ADHD I compiti sono un gioco di Squadra: le strategie operative

Adhd Cause

Riuscire a modificare in modo significativo le condotte negative del bambino ADHD richiede Forza, Tempo, Organizzazione e Dedizione e la vita frenetica di ogni giorno non semplifica questo compito.

Per raggiungere questo importante obiettivo è possibile utilizzare delle metodiche che ci aiutano ad ottenere risultati duraturi.

Uno degli aspetti più critici è spesso quello che riguarda i COMPITI,  il bambino ad esempio, ha grandi difficoltà nel finire i compiti o ci mette troppo tempo.

Uno degli errori che spesso si commettono è quello di attendere ore prima di verificare la situazione e, punirli se non completano i compiti, o elogiarli se invece il risultato è stato positivo.

Supponiamo che il Bambino abbia un COMPITO DI MATEMATICA composto da diversi problemi,  che richiede 30 minuti per essere completato interamente.

Una buona metodica è quello di arrivare al traguardo per tappe,  stabilire un punteggio per ogni problema risolto e controllare i progressi frequentemente.

Ad esempio, si può stabilire che per completare tutto il compito, formato da 5 problemi. il tempo massimo sia 30 minuti e che per ogni problema risolto venga attribuito un punteggio pari ad 1.

Cumulando almeno 3 punti ci sarà un premio e cumulandone 5 uno ancora più grande.

La chiave della strategia sta nel seguirlo e dargli riscontri frequenti che lo stimolino a rimanere concentrato e motivato. E' questa, spesso, la parte più difficile perché, come abbiamo ricordato, è quella che richiede dedizione e tempo.

Naturalmente questo approccio può essere adottato ed è applicabile a qualsiasi attività che richieda il raggiungimento di un obbiettivo specifico come il vestirsi, aiutare a riordinare ecc..

La cosa importante da sottolineare è che stiamo parlando  di un vero e proprio gioco di squadra in cui la posta in palio è il benessere e la serenità del Bambino e della Famiglia

Risorse:  Russell Barkley "Taking charge of ADHD